Su Instagram arriva la purga per i falsi followers

2instagramQuasi 20 milioni di utenti sono spariti da Instagram tra la giornata di mercoledì e gioved’ scorso. Una purga effettuata dalla popolare app di foto sharing che ha epurato i fake account (account falsi) che vengono utilizzati da bot per spammare pubblicità o per aumentare i followers delle persone tramite pagamento.

C’è chi infatti ha creato un account e raggiunto la notorierà proprio grazie ai followers e ai like ricevuti sul proprio account, una pratica molto conosciuta sul web che (finalmente?) viene combattuta.

Fra le celebrità più colpite Justin Bieber con 3.5 milioni di followers persi mentre la star dell’hip hop Akon ha perso il 56% dei propri seguaci.

A tal proposito lo sviluppatore Zach Allia ha disegnato un’infografica interattiva che documenta chi ha perso il maggior numero di followers su instragram:

L’accaduto ha scatenato una reazione sulla rete con l’hashtag #InstagramPurge e se qualcuno l’ha presa in modo divertente, qualcuno, soprattutto chi con i followers ha costruito una carriera, l’ha presa in modo del tutto negativo.

Il problema degli account bot è noto da parecchio tempo. I social network pullulano infatti i account zombie che hanno come scopo il vendere follower falsi, l’incrementare i like, le visualizzazioni e la popolarità sul web.

A quanto pare Facebook e Twitter hanno annunciato guerra verso queste pratiche scorrette di ottenere pubblicità e successo; un fenomeno che danneggia la vendita di pubblicità delle stesse aziende.

Un commento

Rispondi a Manuel Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *