La Sardegna e Cagliari tra mare, tradizione e cultura

Cagliari: spiaggia del Poetto

Cagliari: spiaggia del Poetto

La Sardegna viene vista esclusivamente come una località da raggiungere per delle fantastiche vacanze balneari e divertimento notturno. In realtà questa regione Italiana ha molto di più da offrire poiché possiede un vastissimo patrimonio culturale e una forte tradizione locale.

La terra dei sapori, del gusto e dei profumi ha un nome ben preciso e si chiama Sardegna. La cucina isolana, così come le sue bellezze naturali e monumentali, nelle sue molteplici e raffinate variazioni, nella genuinità e nella semplicità rappresenta un continente tutto da scoprire. Non a caso, la Sardegna è una delle mete più ambite dai turisti, non solo per le sue bellezze naturali, ma anche per la sua originale e ricca gastronomia.

Ogni anno sono infatti milioni i turisti da ogni parte del mondo che decidono di imbarcarsi su uno dei tanti traghetti per la Sardegna e trascorrere le proprie vacanze su questa isola unica e ricca di bellezze storiche e naturali. Ogni provincia rispetta la propria tradizione utilizzando i prodotti tipici della zona.

Grazie anche alla posizione geografica dell’isola, compresa tra il mare ed i rilievi dell’interno, gli ingredienti tipici della cucina sono molto differenziati ma nello stesso tempo semplici e naturali. Famosi ed esportati in tutto il modo i prodotti culinari come: il malloreddus ed il pane carasau conosciuto anche come carta da musica, la fregola composta da pasta lavorata a mano dalla forma di piccole palline e tostata al forno, i culurgionis con ripieno di ricotta.

Se invece preferiamo un piatto a base di pesce l’ideale è l’aragosta alla catalana, piatto tipico della tradizione di Alghero. Se invece si vuole un piatto più estroso, vanno sicuramente provate le monzette, una varietà di lumache col guscio scuro che vengono o arrostite in padella o possono essere bollite e servite con il casu marzu.

Questi per citare alcuni piatti tipici ma chi viene in Sardegna non può fare a meno di assaggiare i fantastici formaggi. La Sardegna è da sempre considerata simbolo della civiltà pastorale; l’allevamento caprino e ovino rappresenta l’attività economica più importante. E tra i vari formaggi, che si possono gustare in questa meravigliosa terra, tra i più pregiati troviamo il pecorino sardo, formaggio d’eccellenza e di origine controllata a marchio D.O.C., prodotto esclusivamente in Sardegna.

Passando ai dessert, la pasticceria tradizionale sarda è molto varia e propone dolci per ogni occasione e ricorrenza. L’ingrediente base per la maggior parte dei dolci sardi sono le mandorle.

Gli amanti del buon cibo, sicuramente vorranno accompagnare un pranzo o una cena con un buon vino e la Sardegna vanta un’antica tradizione vitivinicola, da cui provengono vini d’elevata qualità. Fra i più apprezzati e conosciuti ci sono sicuramente il cannonau, la malvasia, il vermentino, il nuragus, la monica. Possiamo dire sostanzialmente che per coloro che sono alla continua ricerca di una vacanza che sia misto tra mare, cultura e tradizione, la Sardegna è la scelta ideale.

Cagliari è il capoluogo di questa splendida regione Italiana, porto principale della Sardegna. Sorge sulla costa meridionale dell’isola, nella pianura del Campidano.

Cagliari, per tanti è l’inizio della scoperta della Sardegna, è un gioiello a molte facce, in grado di soddisfare i più diversi interessi di chi la visita. Cagliari ha, infatti, una spiaggia tra le più belle di tutto il Mediterraneo, il Poetto, ma offre anche una natura incontaminata fatta di lagune e oasi naturalistiche. Come Orgius, con i suoi fenicotteri rosa. Città “di pietra, nuda e in salita, simile a una Gerusalemme bianca”, così Cagliari venne definita dallo scrittore britannico David Herbert Lawrence, città “quasi fantastica” racchiusa tra l’azzurro del mare e le rocce di calcare bianco. Fondata dai Fenici, colonizzata dai Cartaginesi, occupata dai Romani, contesa da Pisani e Spagnoli, governata a lungo dai Piemontesi, e di tutto ciò il capoluogo della Sardegna conserva nei suoi palazzi, nelle sue chiese e nei suoi monumenti, il segno della sua lunga storia. E’ la città ideale per chi vuole andare alla scoperta della storia e del lato culturale della Sardegna e allo stesso tempo vuole rilassarsi su spiagge bianche e in acque cristalline.

Alla sommità del colle Castello, si trova la cittadella fortificata con le sue bianche mura e le alte torri medioevali, a dominare lo scenario della città moderna e nuova. Facendo un giro per il centro storico di Cagliari è possibile perdersi tra le interessanti botteghe artigianali della città.

In questa zona da vedere assolutamente sono le torri dell’Elefante e San Pancrazio, ovvero due torri gemelle che furono costruite nel XIV secolo, a distanza di due anni l’una dall’altra, come punto di avvistamento. Da non perdere troviamo anche il

Ovviamente durante una vacanza a Cagliari non bisogna sottovalutare altri aspetti della città come gli eventi folkloristici che si tengono nel corso dell’anno e la vasta offerta enogastronomica sarda di cui abbiamo già parlato all’inizio di quest’articolo e che ci teniamo a sottolineare.

La maggior parte dei tanti turisti che d’estate affollano le spiagge dell’isola sarda preferiscono raggiungerla comodamente attraverso un traghetto piuttosto che con l’aereo. Questo per varie motivazioni, la principale è sicuramente dal punto di vista dei costi: prenotare un traghetto per la Sardegna online e con largo anticipo consente al turista di ottenere sempre un prezzo basso. Tra le tratte più gettonate c’è ovviamente quella dei traghetti Livorno Olbia, molto richiesta da coloro che vogliono imbarcarsi sulle navi veloci per la Sardegna ed arrivare a destinazione direttamente nel porto di Olbia con poche ore di navigazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *