10 Consigli per Risparmiare Carburante e Rispettare l’Ambiente

risparmiare-carburante

Il modo in cui si guida e le condizioni nelle quali è la vostra auto hanno un impatto diretto sulla quantità di carburante che la vostra auto consuma benzina e la quantità di sostanze nocive emesse nell’ambiente. Vediamo insieme 10 semplici mosse per risparmiare sul carburante e minimizzare l’inquinamento che deriva dall’utilizzo di un auto a diesel o benzina.

1. Riduci l’uso dell’auto allo stretto necessario

Le auto sono generalmente meno efficienti, e più inquinanti, all’inizio di un viaggio o sui percorsi molto brevi. Uno dei motivi principali è dovuto alle marmitte catalitiche – che servono appunto ad inquinare meno – le quali raggiungono la piena efficienza solo quando raggiungono la giusta temperatura. In linea di massima, itinerari più corti di 5 chilometri non permettono al motore di raggiungere la temperatura operativa idonea e, di conseguenza, anche la marmitta rimane al di sotto della temperatura operativa corretta. Un consiglio è quello di pianificare un unico viaggio con più tappe, piuttosto che fare molteplici piccoli spostamenti, risparmiando quindi sulla benzina e inquinando di meno. Allo stesso tempo, per i viaggi brevi si potrà utilizzare la bicicletta, o andare a piedi: lasciare ferma l’auto farà risparmiare l’emissione oltre un quarto di chilogrammo di gas serra, e, naturalmente, l’esercizio fisico farà bene alla vostra salute.

2. Guidate inserendo le marce corrette

Guidare con una marcia più bassa del necessario vi farà sprecare benzina e, allo stesso modo, guidare con marce molto alte sulle salite e agli incroci vi farà consumare di più. Se avete un auto con cambio manuale, un ottimo consiglio è quello di cambiare nel momento in cui il motore abbia i giri necessari per tenere correttamente la marcia più alta, ma è importante non accelerare più del necessario per raggiungere la velocità giusta.

Se avete invece un auto con cambio automatico, allora esso imposterà una marcia più alta tanto più velocemente ma non repentinamente, se utilizzerete correttamente l’acceleratore con una pressione graduale, ovvero facendo raggiungere all’auto il necessario abbrivo. Inoltre, con un cambio automatico è bene evitare assetti sportivi, la cui impostazione elettronica sceglierebbe marce più basse per garantire più accelerazione, ma al tempo stesso vi farà consumare molto più carburante.

3. Usate uno stile di guida calmo e rilassato

Uno stile di guida nervoso, con continui stop e ripartenze, è molto meno efficiente a molto più inquinante che guidare a una velocità costante. Evitare di guidare negli orari di picco e nelle vie più congestionate dal traffico vi permetterà di risparmiare molto sul carburante. Un altro consiglio è quello di usare parsimonia sull’acceleratore: più accelerate equivalgono a più consumo di carburante. Mantenere la giusta distanza dal veicolo davanti a noi ci permetterà poi di anticipare le frenate, e abituarci al flusso del traffico per mantenere una velocità più costante; questo vi permetterà di evitare le accelerazioni non necessarie e allo stesso modo le brusche e ripetute frenate, che non faranno altro che aumentare i consumi e l’inquinamento, nonché essere decisamente uno stile di guida più sicuro. Se vedete che il traffico si sta fermando la prima cosa da fare è togliere il piede dall’acceleratore, facendo entrare in gioco il freno motore, cosa che si accentuerà se cambierete impostando una marcia più bassa. Evitate di mantenere una velocità alta per poi frenare repentinamente quando il veicolo in fronte a voi sta rallentando. Riuscire a impostare una velocità di crociera quando la vostra auto è ancora in movimento, piuttosto che fermarvi e ripartire, vi farà risparmiare molto sul consumo di carburante .

4. Evitate di tenere l’auto al minimo quando siete fermi per lunghi periodi di tempo

Molte automobili non hanno la necessità di essere riscaldate prima di partire; questa è una pratica dannosa che non fa altro che sprecare carburante. Semplicemente, accendete l’auto quando siete pronti per partire. Quando poi sarete in viaggio, evitate di stare lunghi periodi fermi con il motore acceso al minimo, soprattutto nelle lunghe pause che accompagnano uno stop di fronte ad un semaforo o a un passaggio a livello. Spegnendo il motore, anche se periodi di tempo tutto sommato brevi, risparmierete molto più carburante di quanto ne consumerà il motore quando sarà riavviato.

5. Andate piano

Il consumo di carburante aumenta particolarmente quando si superano i 90 chilometri orari. Ai 110 chilometri orari, l’auto usa quasi il 25% di carburante in più rispetto a quanto farebbe viaggiando a 90 chilometri orari. Se avete un controllo elettronico per impostare la velocità di crociera, un ottimo metodo è quello di usarlo nei lunghi viaggi in autostrada per avere un’andatura più costante e risparmiare sul pieno.

6. Riducete l’ingombro di oggetti che potrebbero danneggiare il vostro assetto aerodinamico

Componenti aggiuntive all’esterno della vostra auto, come i portabagagli da tetto e gli spoiler, o semplicemente tenere un finestrino aperto, aumenterà la resistenza all’aria, e conseguentemente il consumo di carburante anche del 20% a seconda della velocità. Smontate i portabagagli o il portabici quando non lo usate e, se invece ne avete bisogno, fate attenzione che abbia il minor ingombro possibile. Utilizzare un box da tetto al posto del classico portabagagli vi aiuterà a diminuire la resistenza al vento e a rispettare le linee aerodinamiche del vostro veicolo.

7. Controllate spesso la pressione dei vostri pneumatici

Una buona pratica è quella di gonfiare le gomme alla pressione massima raccomandata dal produttore e assicurarsi che le ruote siano correttamente allineate. Prestare attenzione ai pneumatici e alle ruote, non solo ridurrà i consumi, ma migliorerà l’assetto e la manovrabilità della vostra auto.

8. Utilizzate l’aria condizionata con parsimonia

I condizionatori possono usare addirittura il 10% di carburante in più quando sono in funzione. In ogni caso, superati gli 80 chilometri orari, l’uso dell’aria condizionata è sicuramente più efficiente che tenere aperto un finestrino aperto. Quando state per muovervi con la vostra auto, se la temperatura interna della vostra auto è più alta rispetto all’esterno, viaggiate per qualche minuto con il finestrino abbassato per raffredare l’abitacolo, prima di accendere l’aria condizionata.

9. Viaggiate leggeri

Tanto più è pesante la vostra auto, quanto più carburante essa consumerà. Un consiglio è quello di non utilizzare l’auto come se fosse un ripostiglio mobile. Lasciate gli oggetti più pesanti, come attrezzi da lavoro, e l’equipaggiamento per le attività sportive a casa quando non ne avete bisogno.

10. Effettuate i tagliandi e la corretta manutenzione

Se volete risparmiare, tenete la vostra auto in buono stato e programmate i tagliandi nelle scadenze prestabilite dalla casamadre. Inoltre usate la qualità di carburante raccomandata dal produttore: se utilizzate una benzina senza piombo a 95 ottani in un auto il cui produttore ne consiglia 98, vi potrete aspettare discrete differenze di performance e non di meno un cambiamento drastico nei consumi. Al contrario, utilizzare benzina a 98 ottani in un’auto prodotta per funzionare con un carburante a 95 ottani, vi porterà a migliorare i vostri consumi, ma non in misura tale da giustificare il costo extra del carburante.

Un commento

  • Trovare lavoro

    Molto interessante! Io, quando possibile, cerco di non superare i 2000 giri ed ho notato un bel risparmio di carburante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *