Guida alla scelta della migliore serratura di sicurezza per la tua Casa

I tempi cambiano e sfortunatamente leggiamo sempre più spesso notizie su furti in casa, soprattutto nei periodi a ridosso delle feste. I ladri sono diventati sempre più scaltri e soprattutto tecnologici, quindi conviene prendere le giuste precauzioni e provvedere con la sostituzione della classica serratura standard con una buona serratura di sicurezza. Oppure se siete in procinto di acquistare casa, non fatevi tentare dai costi competitivi delle chiavi seghettate, a doppia mappa, o punzonata e spendete qualcosina in più, per dormire sonni tranquilli.

Vediamo quali serrature scartare e quali invece consigliamo.

Serrature Meno Buone

Come dicevamo le chiavi sono indici di serrature più o meno sicure. Ne abbiamo viste diverse nel corso degli anni e sembravano essere tutte a prova di scasso. Peccato però che anche i ladri si sono evoluti e così anche le serrature si siano divise tra quelle di serie A e di fascia B.

> Chiave seghettata tradizionale: è la canonica chiave, la stessa che usiamo per chiudere il lucchetto della bicicletta o l’armadietto della palestra per intenderci, e la sconsigliamo, poiché è quella per eccellenza meno sicura e apribile anche con un semplice piede di porco.

> Chiave a doppia mappa: è la chiave associata principalmente alle porte blindate, peccato che si tratta delle primissime chiavi associate alle serrature blindate di vecchia generazione, apribili con semplice scasso.

> Chiave punzonata: considerata l’upgrade della chiave a doppia mappa, non risulta essere più sicura, perché la tecnologia ha permesso alle “mani leste” di duplicarle senza troppa difficoltà.


Serrature Consigliate

> Serrature a cilindro europeo di sicurezza con tecnologia anti-bumping: sostanzialmente è la versione evoluta del cilindro di sicurezza, solitamente blindato, appunto per rendere impossibile il bumping.
> Serrature a cilindro digitale biometrico: questa volta non parliamo di una chiave classica o canonica, anzi. Si tratta di un chiave basata sul riconoscimento biometrico di chi la utilizza, ovvero basata sul riconoscimento di caratteristiche fisiologiche o comportamentali. Sembra di essere nel futuro, ma non è così, se pensiamo che anche i cellulari hanno già adottato riconoscimenti da impronte digitali o addirittura facciali. Quelli più basilari sono tarati con blocco pin, quindi il vantaggio è quello di poter viaggiare e circolare senza chiavi, limitando il rischio di perderle e dover procedere con duplicati o al contrario con cambi serratura, e avere sempre un accesso controllato di proprio pugno.
> Defender antishock e defender magnetico: sono due possibili chiavi, il primo che non lascia spazi vuoti dove nella serratura, il secondo invece consente di trasformare una serratura a cilindro europeo in una serratura doppia.
> Serratura con blocco antieffrazione: è un sistema per il quale la serratura si blocca nel momento in cui i ladri provano a forzarla. Meno comune nelle abitazioni, ma sta sempre più prendendo piede, questa nuova modalità di salvaguardare anche gli immobili di tipo residenziale.

Ok, siamo d’accordo, il ventaglio tra cui scegliere è decisamente ampio, allora ecco un paio di note in più, che possano indirizzarvi alla scelta più sicura per la vostra casa!

Se le serrature hanno il potere di preservarci da intrusi non voluti, dobbiamo però ricordarci che nulla può essere a prova scasso al 100%. Ma se tra le varie serrature in commercio, lo scasso avviene nei primi cinque minuti di lavorazione dei ladri, quelli che rendono complicata la vita agli scassinatori è si sicuro la modalità defender, che li fa tribolare assai, dissuadendoli appunto per il tempo impiegato.

Da non dimenticare, è sicuramente la manutenzione di queste serrature, che devono essere unte regolarmente con dell’olio minerale e ovviamente la porta deve essere resistente, se no è inutile attivarsi con serrature innovative, se la porta è leggera!

Un commento

  • gionni scrimieri

    purtroppo nei tempi in cui viviamo bisogna prestare la dovuta attenzione a questi argomenti.. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.