Salone internazionale del libro di Torino 2018

Ogni anno a Torino, al centro congressi Lingotto Fiere, nel mese di maggio, si tiene il Salone internazionale del libro.

Questa è la più importante manifestazione italiana riguardante l’editoria, che si presenta attraverso di esso a tutto il mondo.

Sono presenti moltissime case editrici, dalle più note a quelle più piccole, e nelle tante sale convegni vi è sempre un denso calendario di appuntamenti con conferenze, presentazioni di libri e iniziative didattiche, spettacoli diversi, per promuovere la lettura in tutte le sue forme e a tutte le età.

E’ la seconda fiera del settore dopo la Buchmesse di Francoforte ed è rivolto ai professionisti del settore e al pubblico di lettori.

Si estende su 51.000 m² di spazio espositivo, e se vi chiedete quando inizia il Salone del libro, quest’anno si è tenuto dal 10 al 14 maggio.

Come arrivare al Salone del libro

Per sapere come arrivare al Salone del libro, basta consultare le indicazioni stradali sul sito del Salone, che indicano vari percorsi; in autostrada, per Milano, Venezia, Trieste A4, oppure per Bologna, Firenze, Roma, Napoli A21 + A1, per Genova A21 + A26, per Nizza, Marsiglia A6 + A10 (via Savona/Ventimiglia) e per Grenoble, Lione A32 + T4 (via Susa/Frejus).

Tutte queste autostrade si raccordano alla tangenziale di Torino, si deve uscire in Corso Unità d’Italia e seguire le indicazioni per “Lingotto Fiere”.

In areo, si può arrivare all’aeroporto «Sandro Pertini» di Torino-Caselle, a 16 chilometri dal centro.

Dall’aeroporto c’è un servizio navetta per le Stazioni ferroviarie di Porta Nuova e Porta Susa e il terminal degli autobus in Corso Vittorio Emanuele II.21

Milano Malpensa è l’aeroporto intercontinentale di Milano, principale scalo del Nord Italia e facilmente raggiungibile con mezzi pubblici o privati.

Si può raggiungere Torino in treno da Malpensa, oppure in autobus.

È possibile inoltre raggiungere il Salone con la metropolitana Linea 1 direzione Lingotto, partendo dalle stazioni ferroviarie Porta Nuova e Porta Susa e scendere alla fermata Lingotto.

Il Salone è raggiungibile anche con gli autobus pubblici delle linee 1, 18 e 35, scendere alla fermata Lingotto.

Il tema di quest’anno

Il Salone presenta ogni anno un tema portante diverso, e per il Salone internazionale del libro 2018, tutte le info sul tema si basano sulla frase “un giorno, tutto questo” e di seguito cinque domande che sono state poste ai migliori intellettuali che hanno voluto partecipare a questo Salone.

Ecco le cinque domande:

“Chi voglio essere?” Una domanda riguardo la nostra identità nell’epoca del culto di sé.

“Perché mi serve un nemico?” La seconda domanda parla dei confini che mettiamo tra noi e gli altri.

“A chi appartiene il mondo?” Una domanda sociale e ambientale, riguardo il lavoro, la nostra Terra, le migrazioni, da qui al futuro.

“Dove mi portano spiritualità e scienza?” La quarta domanda verte su Scienza e religione, e su possibili punti di incontro tra le due.

“Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione?” Un’ultima domanda riguardo una creazione artistica: deve essere fine a se stessa o deve cambiare le cose?

Queste domande sono state inviate a numerosi intellettuali del nostro tempo.

Le risposte arrivano nella forma che gli intellettuali preferiscono, ovvero con testi, immagini, file audio o video.

Durante i giorni del Salone sono divulgate al pubblico e tra esse circa quindici diventeranno podcast audio dalla collaborazione con Audible che darà la voce a queste risposte tramite dei suoi attori che le andranno a leggere.

Per saperne di più sul Salone internazionale del libro 2018, tutte le info si trovano anche sul sito internet dello stesso, dove è spiegato anche come arrivare al Salone del libro.

Le aree espositive

Da giovedì 10 a lunedì 14 maggio sono state organizzate diverse aree espositive, come il Salone off, il Salone off 365, il Salone per scuola e ragazzi, premi e concorsi.

Il Salone off è il “FuoriSalone” del Libro, ovvero porta gli autori del Salone dopo le ore 20, orario di chiusura dei padiglioni, in vari luoghi della città dove è possibile incontrare i loro lettori.

Quindi si svolge tra biblioteche, librerie e anche in luoghi insoliti e nuovi a presentazioni di eventi culturali in generale, come le strade, le scuole, le fabbriche dismesse, le bocciofile, e anche parchi e impianti sportivi, o botteghe, laboratori artigiani, fino ai famosi battelli sul Po.

Tutto questo per fare conoscere a una più ampia fascia di persone il Salone internazionale del libro 2018, tutte le info e il tema che tocca quest’anno, e portarlo in giro per la città.

Il Salone Off 365 invece prevede un programma di incontri con gli scrittori che prosegue lungo tutto l’arco dell’anno.

Nell’area scuola e ragazzi invece, da quando inizia il Salone del libro, i ragazzi trovano una zona dedicata a loro, il Bookstock Village, dove possono trovare scrittori ed editori che li aiutano a rispondere a temi e curiosità per loro più importanti. In questo modo si possono coinvolgere i ragazzi a ogni età e capire quello che pensano e sognano o temono, e spiegare loro i cambiamenti della nostra era moderna.

La sezione premi e concorsi vede la premiazione di autori, editi o inediti in Italia, che hanno scritto testi, come ad esempio la sezione “Nati per leggere” dedicata ai libri per l’infanzia e lettura ad alta voce, per bambini da 0 a 6 anni.

Questa sezione è suddivisa in tre diverse categorie, a seconda delle fasce di età.

«Il primo libro» ovvero libri cartonati adatti alle capacità percettive, manipolative e cognitive dei bambini tra i 6 e i 18 mesi di età.

Libri o albi illustrati per bambini tra 18 e 36 mesi.

Libri o albi illustrati per bambini di età tra 3 e 6 anni.

Vi sono poi aree dedicate a opere editoriali dei paesi esteri come Francia e Germania.

La Germania, presente al Salone del libro tramite il Goethe-Institut e la Fiera del Libro di Francoforte, presenta il programma Vite in movimento, con incontri con cinque autori tedeschi e momenti dedicati alle famiglie e ai più piccoli.

La Francia partecipa con tanti scrittori, come Paese Ospite del 31° Salone Internazionale del Libro, su settori dalla saggistica alla letteratura, a libri e fumetti per ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *