Alla scoperta del Gargano in moto

L’estate è proprio la stagione preferita per tutti coloro che amano l’avventura e i viaggi sui generis. Ecco perché, proprio in questo periodo, si viaggia molto più volentieri in moto, avendo anche più tempo a disposizione del solito. Se si sta pensando a un viaggio in moto da fare nel periodo estivo, una delle mete più gettonate non può che essere la Puglia, regione piena di ricchezze paesaggistiche e capace di rendere più piacevole un viaggio in sella a una moto. Chi viaggia su due ruote per passione cerca proprio quello che si trova in Puglia: paesaggi mozzafiato da guardare mentre si viaggia, posti spettacolari dove fermarsi e rilassarsi e tanto divertimento. Arrivando in una regione come la Puglia, non ci si può fermare solo in un posto: sia il Gargano che il Salento sono tutti da scoprire, così come la Valle d’Itria, la Costa dei trulli e così via: ogni km di questa terra va percorso, scoperto e apprezzato.

Tuttavia, si deve incominciare da un punto e cosa ci può essere di meglio del Gargano? Il Gargano, con il suo mare, ma anche con il suo verde e le bellezze architettoniche, è uno degli scenari perfetti per un viaggio su due ruote. Andiamo, quindi, alla scoperta del Gargano in moto. Ci si deve attrezzare di tutto punto, con l’abbigliamento da moto ideale (su modabiker.it abbigliamento e accessori da moto online) e partire: basta solo questo per dare il via a un’avventura di enorme bellezza e impatto emotivo.

garganoFoto CC-BY-SA di LucaLuca

Volendo scoprire il Gargano, è utile avere una sorta di itinerario da seguire e, proprio per questo motivo, siamo qui per dare qualche dritta a tutti i motociclisti che vogliono partire all’avventura. Partire dalla laguna di Lesina può essere un’ottima idea, perché permette la scoperta di un territorio molto interessante e, talvolta, sottovalutato. Seguendo questo itinerario, invece, si potrà viaggiare costeggiando il lago di Varano. Questo è, di sicuro, il lago più grande di Puglia e non solo: per le sue dimensioni, infatti, viene considerato sia il lago costiero più grande in Italia, sia il più grande dell’Italia meridionale e il 7° in Italia. Il Lago di Varano si estende tra i paesi di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella. Da qui, poi, si può procedere verso Rodi Garganico, una delle bellezze indiscusse di questa terra. Rodi Garganico è uno dei fulcri della vita nel Gargano, perché qui si trova un mare da favola e tantissimo movimento durante le ore notturne. Per chi arriva in queste zone è impossibile non fare un salto in questo magnifico paesino che durante l’estate esplode di vita, gioia e colori. Come detto appena sopra, costeggiando il lago si incontra anche Ischitella, tappa anch’essa, che non si può saltare. Si tratta di una cittadina nota in tutto il Gargano per la produzione di agrumi, nonché per la località balneare Foce Varano. Qui ci si può inoltrare nella scoperta delle bellezze del posto e si può scoprire un paese distinto in due zone, una medievale e una ottocentesca, entrambe molto belle e suggestive.

Si consiglia di visitare anche la vicina Vico Garganico, per poi arrivare in due delle spiagge più belle in assoluto di tutta la zona. Stiamo parlando delle spiagge di Pugnochiuso e Manacore, due veri spettacoli della natura che si possono scoprire ancora meglio in sella alle due ruote. Vieste e, naturalmente, la bellissima Manfredonia sono altre due tappe che non si possono non fare. Parliamo di due dei principali centri della zona, nonché di due cittadine vive da ogni punto di vista. Il mare qui è favoloso, ricco di baie, grotte, scogliere dalle quali tuffarsi: uno spettacolo per gli occhi e per il corpo che si ritemprerà sia grazie alle splendide acque del posto che grazie alla cucina tipica offerta nei localini in riva al mare e nei centri storici. Per essere vicini a Peschici, Vieste e Rodi Garganico, si può soggiornare presso l’hotel Orchidea Blu a San Menaio sul Gargano, tra le più note strutture turistiche della zona.

PeschiciFoto CC-BY-SA di Hochgeladen von Theirrulez

Per chi, invece, ama le strade di montagna, con le salite e le discese, consigliamo di incamminarsi verso San Giovanni Rotondo, paese noto per il Santuario dedicato a San Pio, che ne accoglie le spoglie e i fedeli. Qui non c’è moltissimo da visitare, ma per molti diventa una tappa obbligata. Proseguendo, poi, si può arrivare sino a San Marco in Lamis, che è la tappa più vicina all’autostrada, dalla quale poi si può proseguire alla scoperta di altre zone della Puglia.

Si tratta di un itinerario molto sommario, finalizzato a suggerire quelle che potrebbero essere le principali tappe da fare in zona. Questo, naturalmente, non significa che ci si deve limitare ai paesi elencati perché, come detto più volte, questa zona è tutta da scoprire. Mare, montagna, folklore, tradizione culinaria: tutto fa pensare a una terra fatta di passione, colore, sapore e odori da portare nel cuore e le attese non verranno di certo deluse dalla realtà. Il Gargano è considerata una delle più belle zone della penisola italiana e fa parte di una regione che tutto il mondo ci invidia. La Puglia, infatti, è considerata una delle mete più gettonate dai turisti di tutto il mondo che desiderano fare una vera e propria immersione nella bellezza.

Girare il Gargano in moto è molto agevole, perché si trovano tutti i servizi che servono per un viaggio con tutti i comfort: le strade sono in buone condizioni, si trovano diversi punti per il rifornimento e per il ristoro e, soprattutto, ci si può fermare a dormire nei paesini più piccoli e suggestivi senza spendere un patrimonio. Consigliamo, comunque, di prenotare preventivamente le eventuali soste nei vari b&b, alberghi e strutture alloggiative in generale, perché durante il periodo estivo la zona in questione viene presa d’assalto dai turisti che vogliono scoprirla e viverla al 100% e, pertanto, si potrebbe avere qualche difficoltà nel trovare un posto letto. Questo vale soprattutto per i periodi di punta, ma il consiglio a nostro avviso è sempre valido. Del resto, di strutture ce ne sono tante e trovare quella ideale per le proprie esigenze diventa un gioco da ragazzi. Non rimane, quindi, che salire in sella alla propria moto e partire all’avventura e alla scoperta di un angolo di paradiso che si chiama Gargano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *