Consigli da seguire per la scelta dell’insegna del tuo negozio

Step 1: perché è importante scegliere con cura l’insegna per il tuo negozio?

Una bella vetrina può davvero far la differenza, ma solo scegliendo una perfetta insegna è possibile attirare un numero sempre crescente di potenziali clienti! Immaginate un professionista che mette nelle vostre mani un biglietto da visita scritto a mano su un cartoncino di bassa qualità. Non lo contatterete mai! Stessa cosa vale per i negozi: un’insegna luminosa o di qualsiasi altra tipologia, realizzata con poca attenzione per il messaggio e l’estetica, non farà girare mai nessun passante.

Scegliere l’insegna per un negozio è come realizzare un grande biglietto da visita: tutto deve essere perfetto e la persuasione portata ai massimi livelli. E’ questo il primo passo da fare per iniziare una strategia di efficace di marketing (e Roma Neon questo lo sa bene, poiché ha portato tantissimi negozi a distinguersi dalla concorrenza in una grande città come Roma).

Il negozio deve essere bello dentro e fuori, cercando sempre di curare al meglio il design dell’arredamento, puntando ad un originale allestimento delle vetrine, senza mai dimenticare lo stile l’insegna. Suscitare l’interesse nelle persone non è semplice, ecco perché è importantissimo riuscire ad ottenere la perfetta fusione tra un messaggio chiaro e una grafica accattivante. È questa l’unica strada da seguire per veicolare al meglio le informazioni verso un ampio target di persone e far crescere la propria attività.

Come fare? Proponete la vostra idea a chi si identifica come professionista del settore di riferimento e insieme riuscirete a trovare la migliore soluzione.

Step 2: come scegliere l’insegna per il tuo negozio?

Ogni insegna, che dovrà contenere un logo, il marchio e il breve testo che identifica un esercizio commerciale, dovrà essere studiata nel dettaglio. Sono diverse le cose da considerare prima di scegliere:

  • carattere e forma delle lettere che compongono il messaggio. Uno stile ricercato e lontano dai più classici font è quello che serve per dare un tono all’insegna. L’originalità, però, non deve essere intesa come ricerca di un qualcosa difficile da comprendere: il carattere, per quanto articolato possa essere, deve risultare sempre leggibile anche a distanze considerevoli, specialmente su grandi insegne luminose. L’impatto visivo deve essere forte e chiaro!
  • Quale colore scegliere? In tanti commettono un errore madornale: utilizzare tantissimi colori con la convinzione di rendere l’insegna più visibile. Sicuramente non passerà inosservata, ma il passante non entrerà comunque nel negozio. Perché? Sarà troppo impegnato a ridere ammirando un pasticcio del genere. Per evitare confusione visiva è bene concentrarsi su pochi colori, scelti con riferimento all’ambiente interno, e su contrasti cromatici delicati e particolari.
  • Scegliere un simbolo e renderlo ben visibile su un punto preciso dell’insegna. Ogni volta che il cliente penserà ad un prodotto venduto nel negozio di riferimento, l’unica cosa che si materializzerà tra i suoi pensieri è il bellissimo logo scelto come elemento di identificazione.
  • Illuminazione: fondamentale per rendere ben leggibile l’insegna anche da lontano. Giocare con le luci? Certo, è questa la chiave del successo quando si deve scegliere l’insegna giusta per il negozio.

Step 3: quale insegna scegliere per il tuo negozio?

Ci siamo quasi: resta da scegliere il modello di insegna più adatta al proprio locale. Quale scegliere? Luminosa o semplice? In questo caso, la risposta non può essere data in modo preciso e diretto, poiché tutto dipende dalle specifiche esigenze, dalla tipologia del negozio e dal luogo in cui si trova.

Ricordiamo quelle che sono le due grandi categorie di insegne per i negozi:

  • Le insegne luminose sono quelle più utilizzate, perché più visibili in qualsiasi condizione di luce ambientale e anche da lontano. Al loro interno si trova un corpo illuminate (per le insegne di ultima generazione è sfruttata la tecnologia a led, che permette di ottenete eccellenti risultati con una minima spesa in termini di consumi).
  • Le insegne non luminose, che possono essere piatte o tridimensionali (le seconde risultano essere decisamente più belle grazie ad un design studiato su misura), si presentano come una più economica soluzione per diversi negozi (quando lo spazio a disposizione è ridotto o il locale si trova tra le strette stradine del centro città). Anche queste possono essere illuminate con faretti o altro, ma l’effetto, a livello di colori e relativi contrasti non sarà lo stesso di una insegna luminosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.