Impermeabilizzazione: cos’è e come eseguirla

Probabilmente avrai già visto muffe e infiltrazioni sulle tue superfici e ti sta chiedendo come rimediare. L’acqua e l’umidità in eccesso non solo creano danni estetici, ma rischiano di compromettere seriamente la resistenza strutturale di una casa. Il calcestruzzo si corrode all’interno di un ambiente umido e sono necessari anni prima che i problemi possano iniziare a rivelarsi.

Come fare l'impermeabilizzazione

Se vuoi dare alla tua casa un aspetto fresco e al contempo proteggerla da agenti esterni aggressivi, puoi impermeabilizzare le superfici. C’è comunque più di un motivo per rendere la tua casa il più idrorepellente possibile:

  • per impedire la formazione di muffe e funghi nelle pareti e nel pavimento. Ciò rende l’impermeabilizzazione essenziale per l’integrità strutturale e la salute;
  • per ridurre i costi di manutenzione e pulizia. Con le strutture impermeabili, hai molto meno lavoro da fare  dopo un forte temporale o inondazione. La manutenzione di base è molto più semplice, il fattore di impermeabilità mantiene la casa pulita;
  • per aumentare il valore della proprietà. Quando arriva il momento di vendere casa, un seminterrato o un sottofondo impermeabilizzati è un buon punto a tuo favore. Nessuno vuole comprare una casa con problemi di acqua.

Il processo di impermeabilizzazione è facile e veloce: basta seguire le poche accortezze elencate di seguito per rendere le superfici inattaccabili dall’acqua.

Cos’è l’impermeabilizzazione?

L’impermeabilizzazione è quel processo in grado di rendere un oggetto o una struttura impermeabile o resistente all’acqua in modo che rimanga relativamente inalterato in condizioni di criticità. In genere si ricorre all’impermeabilizzazione in contesti di forte umidità o di esposizione all’acqua: strutture strutture edilizie (scantinati, ponti o aree bagnate), moto d’acqua, abbigliamento (impermeabili o tecnico), dispositivi elettronici e imballaggi di carta (come cartoni per liquidi).

Gli scafi di barche e navi venivano un tempo impermeabilizzati applicando catrame o pece. Oggi, si ricorre a rivestimenti idrorepellenti, come ad esempio le resine per coperture e superfici, un prodotto trasparente e allo stato liquido con ottime caratteristiche di impermeabilità, elevata deformabilità elastica e di adesione alle più svariate tipologie di supporto. I prodotti impermeabilizzanti trasparenti permettono di conservare pressocché inalterato l’aspetto estetico e cromatico della superficie.

Come fare l’impermeabilizzazione

Il clima caldo e le temperature in aumento sono le condizioni più adatte per eseguire lavori di impermeabilizzazione. L’applicazione di sistemi impermeabilizzanti in inverno, infatti, a causa delle basse temperature e delle alte concentrazioni di umidità, non è sempre efficiente. Il rischio, è quello della creazione di condensa o della formazione di bolle nella membrana dopo la posa.

Le condizioni climatiche non sono l’unico requisito da considerare. Per una corretta impermeabilizzazione, è necessario eseguire attentamente alcune attività preliminari, altrimenti anche il miglior sistema di impermeabilizzazione potrebbe non essere efficace. Le superfici devono infatti essere pulite, asciutte e prive di oli, grassi, polvere e qualsiasi altro materiale che possa pregiudicare l’aderenza al supporto.

La muffa e simili escrescenze devono essere eliminate con candeggina per uso domestico in soluzione di cloro al 5% in acqua, seguita da un risciacquo accurato con acqua pulita. Tutte le superfici devono quindi essere lasciate asciugare completamente prima di procedere con l’applicazione. Dopodiché è necessario ispezionare per verificare la presenza di crepe, fori e irregolarità della superficie che dovranno essere riparate prima dell’applicazione del rivestimento impermeabile.

Devono essere prese in considerazione anche le irregolarità nello strato di calcestruzzo (o di qualsiasi altro materiale), il deterioramento e persino il parziale distacco della membrana bituminosa esistente. In effetti, è noto che questi ostacoli possono facilmente diventare elementi critici quando è necessario eseguire un processo di impermeabilizzazione corretto e duraturo. L’uso di soluzioni impermeabilizzanti liquide risolve ampiamente il problema grazie alla facilità con cui il prodotto aderisce al substrato, raggiungendo facilmente anche gli angoli più remoti o irraggiungibili.

In genere i prodotti per l’impermeabilizzazione sono già premiscelati e pronti all’uso e non necessitano di alcuna preparazione. Se la superficie risulta particolarmente assorbente, si consiglia l’applicazione di un primer di ancoraggio, ottenuto semplicemente aggiungendo al prodotto una percentuale specifica di diluente.

Con rulli o pennelli da pittore si potrà poi procedere alla stesura del prodotto impermeabilizzante. Non è possibile applicare il prodotto in alti spessori; quando si desidera ciò, l’unico modo è quello di applicarlo il prodotto in più mani, attendendo tra una mano e l’altra il tempo utile di indurimento, ma non più di 36 ore.

La preparazione della superficie e la fase di impermeabilizzazione possono avvenire in condizioni ambientali estreme con elevata umidità, presenza di acqua, temperature molto basse o molto alte. In questo caso, il prodotto impermeabilizzante liquido deve essere adattabile e in grado di resistere senza problemi agli shock termici e, allo stesso tempo, garantire la stabilità dell’impermeabilizzazione.

Il tempo di indurimento varia in base alla temperatura ambientale, all’umidità presente e alla quantità di prodotto applicato per mano. Facendo una media, possiamo dire che, intorno ad una temperatura prossima allo zero, il rivestimento impiega circa 12 ore ad indurire. Se la temperatura sale intorno ai 30 gradi, bastano poche ore affinché si stabilizzi.

Assicurati di utilizzare prodotti di alta qualità per impermeabilizzare il calcestruzzo. I prodotti di basso range rischiano di farti sprecare tempo e denaro. Le moderne soluzioni svolgono la loro funzione di barriera all’acqua anche in presenza di umidità permanente, facilitando notevolmente la vita di qualsiasi superficie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.