Guida alla configurazione di un numero verde

Oggi pubblichiamo un interessante guida di  Luca di Numero Verde Neotto, su come configurare il proprio numero verde aziendale.

neottonumeroverde

Se si è intenzionati a richiedere un numero verde da mettere a disposizione dei propri clienti, si devo sapere diverse cose. La prima da sapere è, senza dubbio, che un numero verde permette al cliente di mettersi in contatto con un’azienda, un ente pubblico, un ufficio, in maniera del tutto gratuita, dato che le spese della telefonata sono a carico del destinatario. Questo significa che il numero verde può trasformarsi in un ottimo strumento di marketing, perché invoglia la comunicazione del cliente con l’azienda.

Esistono diverse tipologie di numeri verdi e per avere quello più congeniale alle proprie esigenze è sempre preferibile consultare l’operatore che offre il servizio. Essendo un mezzo molto usato, i numeri verdi vengono proposti da diverse compagnie telefoniche e, pertanto, non mancano le offerte molto convenienti che vengono incontro a quelle che sono le necessità di chi li richiede.

Una volta ottenuto il numero verde, cosa accade? Come si configura?

Dopo aver ottenuto il numero verde per la propria attività, si consiglia sempre di configurarlo in base alle proprie esigenze, perché solo così si può offrire il miglior servizio possibile per colui che contatta questo tipo di numero. Chiamare in un’azienda che non solo offre un numero gratuito per le comunicazioni con i clienti, ma fornisce anche un servizio veloce e intuitivo, convince chiunque si trovi a effettuare la chiamata e, pertanto, ne conquista la fiducia. Le combinazioni per configurare il proprio numero verde sono innumerevoli e basta scegliere quelle giuste e il gioco è fatto.

Alcune compagnie telefoniche permettono di personalizzare finanche il numero in sé, facendo scegliere a coloro che lo richiedono un numero facile da ricordare e significativo per la propria attività. Quando si parla di configurazioni di numero verde, questa è senza dubbio la prima da prendere in considerazione. Non è, però, l’unica: esistono, infatti, molti altri modi per configurare un numero verde e siamo qui per scoprire anche gli altri. In primo luogo si può, ad esempio, configurare un messaggio di benvenuto, che accoglie il cliente e gli spiega cosa deve fare per proseguire nella telefonata. Anche questo è un modo per rendere il tutto più user friendly possibile. Sebbene la chiamata sia gratuita per chi chiama, è sempre meglio non essere messi in attesa, ma trovare un messaggio introduttivo e venire immediatamente indirizzati verso quello che si cerca.

Ecco, quindi, che questo piccolo escamotage è molto valido. Se non si può prendere immediatamente in carico una telefonata, invece, è utile impostare un messaggio per far presente al cliente che sta per essere messo in comunicazione con l’operatore. Anche impostare la segreteria telefonica quando non si può rispondere rende il servizio molto più funzionale. La segreteria telefonica di un numero verde dovrebbe, in linea di massima, elencare al cliente che chiama tutte le fasce orarie durante le quali sono reperibili gli operatori e i giorni in cui chiamare per ottenere il servizio.

Come si nota, un numero verde è plasmabile in tutto e per tutto in base alle proprie esigenze e questo lo rende uno strumento indispensabile e spiega perché, dal lontano 1987 a oggi, questa tipologia di numerazione sia ancora attualmente in uso.

Un commento

  • Grazie, articolo interessante. Ero proprio alla ricerca di informazioni per attivare numeri verdi per un impresa edile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *